Disclaimer

Ovvero avvertenze, varie ed eventuali.

E già, tocca scriverlo. Allora:

ERRORI
Non siamo storici, studenti o ricercatori. Però sappiamo comunque leggere, fare domande, ricerche su internet o in biblioteca. Nonostante questo, le informazioni presenti in questo sito potrebbero in alcuni casi essere incomplete o inesatte. Se doveste notare degli errori potete segnalarceli e noi provvederemo a correggerli.

PROPRIETA’
Violare la proprietà privata è un reato. Dove e quando è possibile chiediamo il permesso prima di accedere a un’area recintata. Inoltre molti dei posti che segnaliamo in questo sito non si trovano in aree private ma sono “res nullius”, luoghi senza un reale proprietario. Detto ciò, riteniamo che ci sia una legge scritta e una legge non scritta. In alcuni casi non rispettiamo la prima ritenendo più importante la seconda, sempre nel rispetto degli altri e del loro diritto alla riservatezza.

FETICISMO ABBANDONISTA
Detto questo, c’è anche chi entra in case non abbandonate ma semplicemente non frequentate, pur di fare una foto a un lavandino rotto o un armadio impolverato. L’interesse per i luoghi abbandonati può sfociare in una forma di feticismo. Per capirci, entrare in una casa al mare mentre i proprietari non ci sono, o in una villetta qualunque in vendita, senza una storia, senza un perché,  è un eccesso di fanatismo che sfocia in una strana forma di voyeurismo abbandonista.

PERICOLI
Alcuni dei luoghi che segnaliamo sono pericolanti e di conseguenza pericolosi. In alcuni casi sconsigliamo di avventurarsi all’interno di edifici evidentemente a rischio di crollo. In altri casi invitiamo alla prudenza, un po’ come quei cartelli che si vedono in certi ponti traballanti: “percorrere a proprio rischio”. In generale vale la regola della scogliera sul mare: è bellissima, ma se cadete e affogate non è colpa di chi ve l’ha consigliata.

LICENZA
Tutto il materiale presente nel sito – testi e immagini – è liberamente utilizzabile, a patto di citare la fonte. Ci troviamo d’accordo con la licenza Creative Commons CC BY-NC 3.0, secondo la quale siete liberi di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e perfino recitare il nostro materiale, a patto di attribuirne la paternità in modo chiaro e preciso, e comunque non per scopi commerciali.

VANDALISMO
In molti ci avete scritto preoccupati per il fatto che segnalare le coordinate esatte dei luoghi abbandonati possa attirare i vandali. Si tratta di un dubbio lecito. A questo dubbio rispondiamo così: 1) i vandali non cercano su Google i posti da vandalizzare, dato che si tratta di azioni estemporanee e impulsive, non certamente pianificate con una ricerca su internet; 2) quando fotografiamo oggetti “preziosi” o semplicemente rivendibili, non pubblichiamo quelle foto; 3) si tratta quasi sempre di posti già noti da anni, come testimoniano molte scritte sui muri in alcuni casi risalenti agli anni 70/80, e ciò dimostra che più generazioni hanno frequentato questi luoghi: insomma, il famoso segreto di Pulcinella.

SCOPO DEL SITO
Questo non è il sito di un’agenzia di viaggi ma soprattutto questo non è un sito di denuncia. Alcuni dei posti che raccontiamo rappresentano casi di incuria e menefreghismo delle amministrazioni pubbliche. Ma denunciare questi casi non è lo scopo di questo sito. In realtà, ci siamo interrogati e siamo giunti alla conclusione che Sardegna Abbandonata non ha alcuno scopo. Da cittadini riteniamo interessanti e positivi i piani di riqualificazione dei luoghi abbandonati, ma allo stesso tempo ne diffidiamo, perché abbiamo visto i danni che eventuali ristrutturazioni possono provocare. La verità è che i posti abbandonati ci piacciono così, abbandonati.

Leggi anche: Il perché di questo sito

Il nostro è un progetto autofinanziato. Sostieni Sardegna Abbandonata con una piccola donazione