CONDIVIDI

Capurru e Crastu Muradu, le cave abbandonate di Osilo

Osilo, cava Capurru
VAI ALLA GALLERY

Il piccolo centro medioevale di Osilo, a pochi chilometri da Sassari, conserva nel suo territorio i resti di quella che nel recente passato era una intensa e fiorente attività mineraria. Alcuni decenni fa la crisi del settore estrattivo ha portato alla chiusura e alla dismissione di tutti gli impianti, di cui si possono ancora osservare i ruderi silenziosi in prossimità del centro abitato o nelle sue immediate vicinanze. Considerata anche la persistenza di campioni di gemme e cristalli, di recente è stata proposta l’istituzione di un parco mineralogico, ancora in fase di definizione. Complessivamente si contano cinque cave, tutte a cielo aperto, di cui almeno due spiccano per importanza, estensione e conservazione strutturale.

La cava Capurru, situata nella periferia del paese, è quella storicamente più nota e oggi meglio preservata: l’imponente e caratteristica torre dell’impianto centrale, su cui permangono ancora alcuni macchinari arrugginiti, risulta visibile anche da lunghe distanze. Organizzata su due livelli, vi si produceva pietrisco per massicciate e fondi stradali. A poche centinaia di metri in direzione sud-est, facendosi strada tra la vegetazione, si raggiunge il livello superiore, dove venivano effettuati gli scavi. Il livello inferiore, situato 40 metri più sotto, si snoda invece verso nord; è caratterizzato da un ampio pianoro da cui emergono una seconda torre (di minori dimensioni rispetto alla prima) e un frantoio, che si affacciano lungo la strada per Nulvi.

La cava di Crastu muradu si trova a circa 2 chilometri di distanza, lungo la vecchia strada per Sassari. Anche qui, su una struttura a tre livelli, veniva ricavato pietrisco. Sul livello più basso, adiacenti al piano stradale, si distinguono i ruderi del grande impianto principale, in mattoni rossi. A pochi metri, sommersi dai rovi, si individuano i resti della struttura di frantumazione, della centralina elettrica e di quelli che verosimilmente erano gli edifici amministrativi. Al livello intermedio si trova un’altra struttura abbandonata, apparentemente più recente, deputata alla produzione di calcestruzzo.

Foto

DOVE SI TROVANO: intorno all’abitato di Osilo, nel comune di Sassari. Link Google Maps: Cava Capurru e Cava di Crastu Muradu.

CONDIVIDI