CONDIVIDI

Ex villaggio minerario, oggi è ancora abitato, ma i bellissimi edifici abbandonati sono popolati soprattutto da scritte e sfoghi di ogni genere

Villaggio Normann, Gonnesa
Villaggio Normann, Gonnesa

Si trova in uno degli angoli più suggestivi del Sulcis-Iglesiente, sul costone del monte di S.Giovanni, tra pini, palme e macchia mediterranea e il mare a portata di sguardo. E’ Normann, con due enne, minuscola frazione di Gonnesa ed ex villaggio minerario. Qui abitavano i dipendenti della vicina miniera di San Giovanni, un’antica miniera già conosciuta addirittura in epoca romana, dove dal 1867 in poi si iniziò a scavare una vena argentifera. La miniera rimase in attività, tra alti e bassi, fino agli anni 80 del Novecento, quando venne definitivamente abbandonata. A Normann oggi abitano una settantina di persone. Case nuove e molto curate si mescolano ai ruderi che ricordano il passato minerario, un po’ come a Montevecchio o all’Argentiera. Gli edifici interessanti sono soprattutto quattro: la villa Stefani, la villa Pintus, il rudere della chiesa di S.Giovanni all’entrata del paese e lo spaccio aziendale. In particolare nella villa Pintus, quella che sembrerebbe la più recente delle costruzioni abbandonate, hanno trovato spazio sfoghi giovanili e pulsioni infantili e trasgressive di ogni genere, come dimostrano le numerose scritte sui muri. Si va dagli inni a Mussolini, al KKK, a Satana, a Gesù, perfino alla brigate rosse (con una doppia di troppo: “brigatte rosse”), oltre ad insulti personali, poesie, le solite svastiche disegnate male, disegni osceni e disperati appelli all’amore libero. E’ interessante notare come in questi luoghi isolati e abbandonati, a pochi passi dalla civiltà ma comunque al riparo da sguardi indiscreti, il cuore dei giovani del luogo si lasci andare ad ogni genere di espressione, apparentemente senza filtro, in queste stanze che fungono da sfogatoio, dove il confine tra lo scatologico e l’escatologico si fa labile.

Foto

DOVE SI TROVA: nel sud della Sardegna, nel comune di Gonnesa, dopo la miniera di San Giovanni. Superata Bindua seguire le indicazioni per “Normann”. Google Maps.