CONDIVIDI

TRATALIAS, il paese costruito due volte

Tratalias Vecchia

Il vecchio borgo di Tratalias si trova nel territorio del Sulcis, Sardegna sud-occidentale. In passato, questo paese costruito intorno alla bella chiesa romanica di S.Maria di Monserrato, era un centro ben sviluppato: nel 1951 contava 1520 abitanti. Ma tutto cambia nel 1954, quando vengono realizzati lo sbarramento sul Rio Palmas e il lago artificiale di Monte Pranu. Lo scopo era portare l’acqua nelle terre del Basso Sulcis per aiutare le attività agricole e pastorali. L’acqua però iniziò a causare seri danni ai centri abitati della zona, in particolare a quello di Tratalias. Le infiltrazioni provocavano dissesti statici, danni agli edifici e problemi igienico-sanitari. Per questo motivo, nel 1971, si decise di ricostruire il paese da un’altra parte, a poca distanza dal vecchio borgo, su una zona collinare considerata più sicura. Vennero ricostruiti più di 300 edifici. Oggi il centro è stato completamente trasferito, ma il vecchio borgo medievale e la chiesa romanica sono stati recuperati, per questo motivo non si può definire un luogo del tutto “abbandonato”. Anzi, gli abitanti e l’amministrazione sembrano essersi presi cura di quello che rappresenta il loro passato.

Il caso di Tratalias è interessante anche per i suoi risvolti sociali: è possibile spostare un paese? E con quali conseguenze sulla popolazione e i legami sociali? Il recupero e la valorizzazione del vecchio borgo ha anche lo scopo di incentivare il turismo e arginare la disoccupazione che negli ultimi anni colpisce Tratalias come tanti altri centri del Sulcis. Le piccole tipiche abitazioni sono tutte molto ben curate e Tratalias Vecchia ora ospita un bar e diverse botteghe di artigiani. E chissà: forse saranno proprio i resti di quel passato felice ad aiutare il presente della nuova Tratalias.

Vedi la pagina dedicata alla storia del vecchio paese nel sito del Comune di Tratalias.

DOVE SI TROVA: Da Carbonia, percorrendo la SS 195, svoltare sulla SP77 per Tratalias e seguire le indicazioni fino al vecchio borgo. Google Maps

Mappa

CONDIVIDI