CONDIVIDI

Una torretta alta 32 metri nascosta nella pineta della Marina di Arborea. Un ultimo, austero segnale del Razionalismo nelle terre bonificate

Torretta_arborea (8)

«Ferro e cemento si incastrano agili, nella spinta ascensionale della struttura, avvicendando il dato dinamico delle ringhiere oblique e ricurve con la solida ortogonalità delle piattaforme in cemento armato: assemblaggio accurato di materiali che imprime finalmente sull’azzurro un ultimo, austero segnale del Razionalismo nelle terre bonificate»

Riportiamo questo brano perché non saremmo in grado di fornire una descrizione migliore di quella dello storico dell’architettura Giorgio Pellegrini a proposito della torre di avvistamento realizzata da Nino Cerlienco nella pineta di Arborea. Tanto lirismo ma soprattutto tanta sicurezza sintattica non è da noi, quindi non resta che citare.

Torretta_arborea (5)

Pur essendo alta 32 metri la torre è praticamente invisibile finché non ci si trova ai suoi piedi, nascosta dai grandi pini della pineta di Arborea, a pochi metri dal mare. Oggi può sembrare un oggetto qualunque, grigio e appunto invisibile, un po’ mal ridotto e non così affascinante, ma in realtà la torre di Cerlienco “si tratta […] dell’ultimo edificio razionalista dell’area di bonifica” (fonte).

L’autore di questa “torretta osservatorio”, commissionata nel 1952 dalla Società Bonifiche Sarde, è Nino Cerlienco, nato a Sebenico e autore di altri progetti ad Arborea. All’epoca la torretta, il cui obietivo era quello di “facilitare il controllo visivo della pineta litoranea” costò 3 milioni di lire.

Dove si trova: invisibile, dunque sotto gli occhi di tutti, nella pineta della Marina di Arborea, non lontano dalla Strada 26 ovest. Google Maps

CONDIVIDI